Prima di fare qualsiasi cosa leggere il regolamento. Lo staff ringrazia per la collaborazione!

la triste realtá lavorativa OFFLINE italiana

Parla di qualunque cosa non rientri nelle altre sezioni!

Moderatore: Collaboratori

Regole del forum
Punti Topic 3
Punti Post 1
Avatar utente
magnetinik
Reactions:
Messaggi: 195
Iscritto il: 26/05/2020, 13:52
Località: Sassari
Stato: Non connesso

la triste realtá lavorativa OFFLINE italiana

Messaggio da leggere da magnetinik »

Pousinha ha scritto:
01/07/2020, 16:09
@Darile: quello che dico sempre é che i popoli nordici sembrano avere un DNA migliore di quello italiano, hanno indubbiamente una mentalitá diversa e l'onestá gli scorre nelle vene al contrario di quanto accade nei paesi latini. Non é a caso che i paesi nordici, ma puregli anglosassoni, vengono con frequenza contrapposti ai paesi latini.
Da quello che ho potuto appurare, vi è una enorme differenza di cultura e mentalità tra il nord Italia (soprattutto Trentino Alto Adige) e il sud. Siccome nel Trentino ci ho lavorato varie volte e sono quindi stato a diretto contatto con la gente del luogo, posso affermare che sembrano due mondi completamente diversi.
Un esempio tra tanti: se tu butti un pezzo di carta in terra qui dalle nostre parti, nessuno ti dice nulla; se lo fai là, chi ti sta intorno ti urla di raccoglierlo immediatamente, altrimenti chiama i vigili. Qui l'eccezione è la persona educata, là quella maleducata. E francamente preferisco là, perché non è per niente bello vivere in mezzo a una mandria di trogloditi incivili, mentre tu fai di tutto per comportarti bene. :evil:


La migliore PTC in Bitcoin: BTCClicks

Avatar utente
Pousinha
Reactions:
Messaggi: 1036
Iscritto il: 09/04/2020, 18:29
Località: Brasile
Referrals: 27
Età: 43
Stato: Non connesso

la triste realtá lavorativa OFFLINE italiana

Messaggio da leggere da Pousinha »

E ci credo Magnetinik, il Trentino é di cultura austro-tedesca, non italiana. Non hai idea di quanto mi manchino da morire Bolzano, Tiers e tutto il Brennero. Era il posto in cui mi stavo risolvendo di trasferirmici, se le circostanze non avrebbero spinto per il Brasile (circostanze in gran parte favorite dai miei errori di gioventú iniziati a commettere anni e anni prima e che peró poi paghi anni e anni dopo :roll: ). Qua non soltanto nessuno ti dice nulla se butti un misero pezzo di carta per strada, ma puoi tranquillamente appiccare il fuoco nei prati e cosí sporcare le case del vicinato perché la parola d'ordine nella maggioranza dei casi é inciviltá. La dice lunga che alcuni dei miei vicini in piena pandemia hanno una festa in casa ogni 15 giorni. La dice lunga che parecchi li vedi gironzolare senza mascherina come nulla. Se un giorno (che reputo lontano) fossi vermente costretta a tornare in Italia, sarebbero Bolzano e dintorni la mia scelta.

Avatar utente
Teo Networker
Reactions:
Messaggi: 302
Iscritto il: 10/04/2020, 9:45
Località: Savona
Referrals: 1
Età: 29
Stato: Non connesso

la triste realtá lavorativa OFFLINE italiana

Messaggio da leggere da Teo Networker »

il problema grosso è proprio la cultura italiana, dove vai vai cè una miriade di ignoranza unita al menefreghismo, partendo dai ceti più bassi fino ad arrivare a quelli più alti e tutt è dovuto alla nostra cultura.
Se vuoi collaborare con me e il mio team contattami in privato oppure vai qui:
https://rocklee11.wixsite.com/magiachogan

Avatar utente
Pousinha
Reactions:
Messaggi: 1036
Iscritto il: 09/04/2020, 18:29
Località: Brasile
Referrals: 27
Età: 43
Stato: Non connesso

la triste realtá lavorativa OFFLINE italiana

Messaggio da leggere da Pousinha »

Una cultura fatta di raccomandazioni e clientelismo, dove le competenze non contano, ma conta la famiglia da cui provieni e di conseguenza anche la cerchia di amici la erediti per lo più alla stessa stregua dei beni mobili e immobili (quest'ultimo punto, quantomeno soprattutto in Padania).

Avatar utente
Teo Networker
Reactions:
Messaggi: 302
Iscritto il: 10/04/2020, 9:45
Località: Savona
Referrals: 1
Età: 29
Stato: Non connesso

la triste realtá lavorativa OFFLINE italiana

Messaggio da leggere da Teo Networker »

infatti è per questo motivo che mi sono buttato nel mondo online e l'offline lo uso giusto per crearmi delle entrate extra per cazzeggio o per rinvestire nell'online
Se vuoi collaborare con me e il mio team contattami in privato oppure vai qui:
https://rocklee11.wixsite.com/magiachogan

Avatar utente
Pousinha
Reactions:
Messaggi: 1036
Iscritto il: 09/04/2020, 18:29
Località: Brasile
Referrals: 27
Età: 43
Stato: Non connesso

la triste realtá lavorativa OFFLINE italiana

Messaggio da leggere da Pousinha »

Per svariati utenti il lavoro online, man mano che passa il tempo, sarà l'unica opzione. Su quora (portale che mi sembra di per sè serio, non potendo però pur sempre garantire della serietà di chi scrive, pur l'amministrazione esortando unicamente a post di qualità) ho letto che il motivo per cui in Italia c'è tanta disoccupazione è preordinato da un accordo con l'Europa a causa dello spropositato debito pubblico italiano. La questione è credibile, direi. Garantire occupazione per tutto con tanto di debito pubblico significa far schizzare l'inflazione alle stelle -con le conseguenze che vediamo in paesi come l'Argentina-. Ecco il motivo per cui da oltre 60 anni la Costituzione italiana continua a non essere attuata da questo punto di vista (mi chiedo però, a questo punto, se i padri costituenti già prevedevano la questione del debito pubblico in ascesa, dato che lo fecero apposta a lasciare agli italiani una Costituzione programmatica anzichè precettiva). E' ovvio a questo punto che il telelavoro è quel che resta. Il guaio è che però l'italiano medio vede truffa e raggiri ovunque, esattamente l'opposto dell'americano medio. Complice il fatto che, nella media e storicamente, purtroppo un italiano è uso pugnalare il vicino alle spalle. Peccato che le truffe e i raggiri esistono in egual misura offline, ma quelli l'italiano medio non li vede (o fa finta di non vederli, come quando insiste a buttare soldi per partecipare a concorsi nonostante sappia benissimo che i posti statali sono riservati ai raccomandati ancor più che nel settore privato). Se poi si tratta dell'italiano medio che ha soltanto la licenza media (senza offesa, anche la mia migliore amica e svariati cugini miei hanno solo quella), la frittata è fatta. Tende a diffidare ancor più, con l'aggravante che non avendo studiato oltre la scuola dell'obbligo, non sa usare la tecnologia (in Padania ti diranno pure che un pc equivale a soldi buttati perchè non è commestibile :roll: ).

Torna a “Off Topic”