Prima di fare qualsiasi cosa leggere il regolamento. Lo staff ringrazia per la collaborazione!

costruire portale a norma di legge, fisco e tasse

Sei un esperto informatico? Ti intendi di tecnologia? Hai bisogno di un aiuto informatico? O vuoi scoprire la nuove tendenze in campo tecnologico? Questa è la tua sezione!

Moderatore: Collaboratori

Regole del forum
Punti Topic 3
Punti Post 1
Avatar utente
Pousinha
Reactions:
Messaggi: 1173
Iscritto il: 09/04/2020, 18:29
Località: Brasile
Referrals: 29
Età: 43
Stato: Non connesso

costruire portale a norma di legge, fisco e tasse

Messaggio da leggere da Pousinha »

Siccome un argomento del genere è parecchio annoso e rende indecisi gli aspiranti webmaster sul da farsi, questo topic vuole avere lo scopo di raccogliere quante più info possibili che vengano in aiuto.
Per prima cosa: tutti sappiamo che a partire dal 2015 sono state istituite multe salatissime, che possono schizzare alle decine di migliaia di euro, in mancanza del lenzuolo cookies (esenti i soli cookies tecnici, non certo quelli di tracciamento e men che meno quelli di profilazione). E pure in mancanza dell'avviso privacy non si scherza. A tutte queste cose amene, l'anno scorso s'è aggiunta pure la GDPR. Questo arsenale ha l'abitudine di frenare gli aspiranti webmaster che non abbiano qualifica come minimo di analisti di sistema, dato che occorre conoscere i linguaggi di programmazione per impostare un sito a norma di legge. Linguaggi di programmazione poi diversi a seconda del browser (le stringhe per chrome non sono le stesse per firefox, edge e compagnia bella). Al fine quindi di permettere agli aspiranti webmaster di risparmiare un bel po' di grana di abbonamento a specifiche agenzie che si occuperebbero di mantenere i portali a norma di legge, vorrei raccogliere qui quante più info possibili sul da farsi. Chiunque esperiente, spero posti qui tutti i passaggi da fare.
E una volta pronto il sito, c'è poi da pensare a fisco e tasse. IVA o non IVA? Qua me ne intendo molto più che dell'aspetto tecnico di cui sopra, grazie a studi specifici. Secondo il fisco italiano, un banner 25h su 24 e 367 giorni all'anno :mrgreen: , costituisce attività continuativa e professionale, anche se qualche voce economista fuori dal coro si fa sentire. Insomma, in parole poverissime, un bell'investimento. In casi come questi, per vederne il ritorno, coprire le spese anticipate e iniziare a vedere lucro richiede tempo (webmaster esperti dicono che sia necessario riuscire a mantenersi un annetto buono senza lavorare per ultimare tutti i lavori. Esperienze graditissime, a voi la parola :mrgreen:


Hitømi
Amministratore
Reactions:
Messaggi: 1059
Iscritto il: 18/03/2020, 10:50
Referrals: 6
Età: 31
Stato: Connesso

costruire portale a norma di legge, fisco e tasse

Messaggio da leggere da Hitømi »

Posso risponderti io che sono il gestore della baracca :lol: . Partiamo dai vari consensi. Oggi è possibile reperire codici già belli pronti dappertutto. Il problema nasce se non si ha, come hai anticipato, la conoscenza necessaria dei linguaggi per capire dove mettere questi codici senza far danni al codice sorgente. Per quanto riguarda il guadagno è tutto investimento all'inizio. Io personalmente ho recuperato l'1% e nemmeno dalle pubblicità finora rispetto a quello investito. Però (c'è sempre un però 8-)) i guadagni anche se non subito arrivano. Non chissà che, ma arrivano. Per farvi due conti veloci per guadagnare uno stipendio di un lavoratore part time, o una cifra che più o meno ci si avvicini, dalle mie pubblicità ho bisogno di oltre 1 milione di views uniche al mese. Per quanto riguarda il fisco si deve aprire partita iva. Il guadagno dalle pubblicità, come già hai anticipato, è considerato continuativo e non occasionale. Però se si rispettano determinati requisiti si rientra nel regime dei minimi o forfettario (se sto dicendo una castroneria correggimi). Il limite annuo dei ricavi e dei compensi è fissato a € 65.000 per tutte le attività e le spese annue per lavoro dipendente e assimilati devono essere massimo € 20.000 lordi.
Avatar utente
Pousinha
Reactions:
Messaggi: 1173
Iscritto il: 09/04/2020, 18:29
Località: Brasile
Referrals: 29
Età: 43
Stato: Non connesso

costruire portale a norma di legge, fisco e tasse

Messaggio da leggere da Pousinha »

Il regime forfettario ha subito negli ultimi anni giravolte che neanche le montagne russe :o
Poco prima che partissi, l'avevano levato. Dopo qualche anno, reistituito. Adesso, parrebbe in essere l'ennesimo cambio (da mi pare poco prima del coronavirus). Da quifinanza, la manovra 2020:

https://quifinanza.it/fisco-tasse/parti ... to/349970/

Ora, col coronavirus in atto, dovrebbero forse fare ancora dell'altro e in effetti è necessario un commercialista specializzato in telelavoro quando si è telelavoratori (il commercialista di mia mamma lo era).

ps: infatti all'inizio sono più che altro spese, per vedere guadagni consistenti con un lavoro come questo ci va tempo e pazienza...

Torna a “Informatica&Tecnologia”